Asilo Orto dei Nani - Colleferro | Attività e laboratori
13609
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-13609,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

Attività e laboratori

La scuola è un luogo di gioco e di esperienze “su misura” che permettono al bambino di soddisfare le proprie curiosità ed i propri bisogni di esplorazione. Le situazioni di gioco e le attività proposte sono finalizzate all’apprendimento, allo sviluppo di abilità e autonomia, alla sperimentazione, al piacere della scoperta.

La programmazione didattica ed il progetto educativo sono necessari ad organizzare e strutturare una serie di attività, i cui obiettivi vengono determinati a seconda delle diverse fasce d’età. Per i bambini dell’Orto dei Nani ogni giorno della settimana sarà contraddistinto da uno dei seguenti laboratori:

Orto didattico

I bambini dell’asilo si occuperanno di semina, coltivazione e raccolta di piante aromatiche [ rosmarino, basilico ], piante ornamentali [ margherite ], piante orticole [ melanzane, zucchine ], piante da frutto [ fragole ].
Questo laboratorio ha l’obiettivo di far conoscere i cicli naturali, la stagionalità, la varietà delle verdure, i metodi biologici di coltivazione, ed i bambini saranno gratificati nel mangiare dei loro prodotti. L’orto didattico viene realizzato con lo scopo di favorire rispetto per la natura e per l’ambiente, e per promuovere un’educazione alimentare.

Pet therapy

La presenza di diverse specie animali (cani, coniglietti, porcellini d’india, tartarughine,..) facilita i processi di apprendimento e influisce positivamente sulla sfera emotiva e cognitiva dei bambini. Prendersi cura di qualcuno non solo comporta un coinvolgimento emotivo attivo, ma implica anche l’accettazione di doveri ed un senso di responsabilità. Il legame autentico che si instaura tra bambino e animale, basato soprattutto sul gioco e la comunicazione non verbale, favoriscono lo sviluppo di autostima, di empatia verso gli altri e di capacità relazionali.

Inglese

L’utilizzo della lingua inglese in alcuni momenti della routine e in specifiche situazioni di gioco, aiuta i bambini ad avvicinarsi ad un’altra lingua in maniera naturale e divertente, con risultati spesso sorprendenti. Il metodo che si intende utilizzare è quello di Hocus&Lotus. Il format narrativo è un modello psicolinguistico per l’insegnamento linguistico dagli 1 agli 11 anni e si basa su 3 concetti fondamentali:

  • Apprendere la nuova lingua in modo similare ai processi di acquisizione del linguaggio
  • Realizzare tecniche di insegnamento del linguaggio di carattere operativo e interattivo
  • Porre la buona comunicazione al centro dell’insegnamento/apprendimento della nuova lingua

Psicomotricità

Le varie attività in palestra offrono la possibilità ai bambini di sviluppare e accrescere la motricità, attraverso un primo approccio all’attività fisica. Specchi, percorsi guidati, giochi mimici e di gestualità corporea aiutano a potenziare le abilità fino-motorie e grosso-motorie, ed il bambino comincia a considerare il proprio corpo come un vero e proprio canale comunicativo ed espressivo.

Musica

Si basa sull’utilizzo della musica come mezzo di comunicazione ed espressione libera, lo scopo è sia terapeutico che educativo. La musica diventa fonte di benessere per l’organismo sia da un punto di vista fisico che mentale. L’ascolto e la produzione di canzoni, canti, filastrocche, contribuiscono a sviluppare la dimensione percettiva legata alla musica.

Teatro

L’esperienza teatrale, intesa in questa fascia di età come gioco di finzione, permette al bambino di potenziare la propria creatività, di sviluppare capacità di attenzione e concentrazione, di valorizzare espressività mimica e linguistica, di avere maggiore consapevolezza e padronanza di sé e del proprio corpo, in un contesto che favorisce l’interazione e la socializzazione con i compagni e con gli adulti. Nel gioco simbolico il bambino riproduce esperienze della propria vita. Soprattutto intorno ai 2 anni, il “far finta di” favorisce uno sviluppo cognitivo e linguistico, ed il potenziamento di abilità pre-logiche.

Laboratorio di cucina

Le attività manipolative e manuali permettono ai bambini di conoscere e scoprire il mondo circostante, stimolando curiosità e percezione tattile. Divertirsi sperimentando, il piacere di sporcarsi e pasticciare, provare gratificazione nell’utilizzare i propri prodotti dell’orto, sono esperienze significative per i bambini di quest’età.

Laboratorio creativo manipolativo

Grazie all’utilizzo di diverse tecniche di manipolazione, il bambino potrà costruire oggetti e giocattoli fatti con le proprie mani. Questo andrà ad accrescere l’autostima, e renderà il bambino maggiormente consapevole delle proprie abilità. Il coinvolgimento attivo favorisce un maggiore senso di responsabilità e stimola la concentrazione.

LIS: Lingua dei segni italiana

In momenti specifici della giornata durante attività didattiche e di gioco, proponiamo l’utilizzo di una lingua alternativa che sfrutta il canale visivo – gestuale, molto sviluppato nei bambini sin dai primi anni di età. La lingua dei segni, utilizzata quasi sempre esclusivamente dal bambino sordo, diventerà qui da noi una RISORSA COMUNICATIVA basilare, con lo scopo di far crescere tutti i nostri bimbi con un buon senso linguistico e civico.

Laboratorio grafico pittorico

La gestione dei movimenti con i pennelli, con i rulli, coi colori, sviluppa la coordinazione oculo-manuale. L’accostamento dei colori e dei materiale, stimolano il bambini al senso estetico e alla sperimentazione di diverse tecniche. Possono esprimere liberamente le proprie emozioni attraverso il segno e il colore, acquisire consapevolezza della propria manualità. Fantasia e la creatività vengono messe in gioco in uno spazio strutturato in cui il bambino è protagonista assoluto.